VerificaC19, l’APP per verificare il Green Pass, come funziona

L’app per i controlli del Green pass è disponibile e si chiama “VerificaC19”.

Come verrà utilizzata, chi potrà utilizzarla e quali le sanzioni previste!

Da quando il green pass è obbligatorio, tutti cercano l’app per fare i controlli delle certificazioni “verdi”.

Alcune cose da sapere:

Il Green Pass sarà obbligatorio dal 6 agosto per accedere soltanto ad una serie di attività:

  • per consumare al tavolo al chiuso in Bar e ristoranti
  • per andare in palestra
  • per praticare sport al chiuso
  • per le Piscine
  • Per andare al teatro e al cinema
  • Per andare alla Fiere ed ai convegni
  • Per i musei
  • Per entrare nei centri termali
  • Per i parchi divertimenti
  • Per i centri culturali
  • Per le sale da gioco (bingo sale scommesse) e per i Casinò
  • Per partecipare ai concorsi
  • Per andare ai concerti
  •  Per andare allo stadio

Green Pass dove non è obbligatorio

Non è obbligatorio avere Green Pass, invece, per una serie di attività

  • Per prendere i mezzi pubblici
  • Per entrare nei negozi,
  • Per accedere alle farmacie,
  • Per andare al supermercato
  • Per praticare sport all’aperto
  • Per le piscine all’aperto
  • Per consumare al bancone del Bar (anche se al chiuso)
  • Per andare a scuola

Green Pass obbligo per bambini

Il green pass non è obbligatorio in nessun caso per i bambini sotto i 12 anni, quindi sotto i 12 anni i ragazzi possono svolgere qualunque attività e andare ovunque, sopra i 12 anni i ragazzi sono trattati come gli adulti.

Chi controlla il Green Pass

Il controllo del green pass spetta ai gestori delle attività per le quali è richiesto. La violazione delle norme sul Green pass porta a multe da 400 a 1.000 euro sia per il gestore che per il cliente.
Per i gestori di attività per le quali la certificazione verde è obbligatoria viene introdotta anche una norma tipo baseball “tre errori e sei fuori”, se si violandole normative green pass per tre volte in 3 giorni diversi, oltre alla multa, l’attività viene chiusa da 1 a 10 giorni

Come si ottiene il certificato

Per avere il certificato verde bisogna utilizzare il sito www.dgc.gov.it è necessario avere la tessera sanitaria o il documento di identità digitale (Spid).

Una volta entrati ne sito bisogna inserire i propri dati e le ultime 8 cifre della propria tessera sanitaria. Poi occorre digitale il codice ricevuto via SMS con la vaccinazione, scegliendo come opzione AUTHCode, oppure il codice relativo al tampone effettuato. In questo caso il Green pass sarà valido per 48 ore, mente per i vaccinati è valido 9 mesi.

Come abbiamo detto in precedenza l’ App per il green pass si chiama VerificaC19 ed è sviluppata dal ministero della Salute tramite Sogei. Potrà essere utilizzata solo da chi è autorizzato al controllo delle certificazioni verdi, dalle forze dell’ordine e dai gestori di tutti i servizi per cui è obbligatorio mostrare la certificazione. Multe dai 400 ai mille euro per i trasgressori.

Come Funziona VerificaC19, l’app per controllare il green pass

L’app mostrerà graficamente al verificatore l’effettiva autenticità e validità della certificazione. Sulla schermata apparirà un segno verde in caso affermativo o rosso qualora il Green Pass risulti scaduto. Inoltre l’app mostrerà il nome, il cognome e la data di nascita dell’intestatario. Per completare la verifica, bisognerà accertarsi che il pass appartenga al soggetto chiedendo di mostrare un documento di identità.

Ricapitolando

Dal 6 agosto dunque si allarga l’obbligo di green pass (almeno una dose di vaccino, oppure tampone negativo fatto nelle ultime 48 ore oppure certificato di guarigione dal Covid negli ultimi sei mesi). Il certificato non servirà più solo, come avviene attualmente, per partecipare a feste di nozze o per le visite nelle case di riposo per anziani, ma anche per l’accesso a eventi sportivi, fiere, congressi, musei, parchi tematici e di divertimento, teatri, cinema, concerti, concorsi pubblici. E l’ingresso in bar, ristoranti, piscine, palestre e centri benessere, limitatamente alle attività al chiuso.

Le multe per i trasgressori sono salate. Vanno da 400 a 1000 euro sia a carico dell’esercente sia del cliente. E in caso di violazione reiterata per tre volte in tre giorni diversi, “l’esercizio potrebbe essere chiuso da 1 a 10 giorni”.

Importante sottolineare che tutti i dati sensibili contenuti nel Green Pass non saranno memorizzati dalla app nel rispetto della privacy.

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.a13.it/wp-content/uploads/2016/07/pexels-photo-24464-1.jpg);background-size: cover;background-position: center center;background-attachment: scroll;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 550px;}